MONDIALI 2014 - Spirito nazionalistico sincero ?? - LUGUGNANA SITO WEB

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

MONDIALI 2014 - Spirito nazionalistico sincero ??

Articoli > di Valter Stabile

ARTICOLO
E’ pronta la festa , l’emozione delle ore precedenti la prima partita di calcio della nostra nazionale.
Tutti sembrano dimenticare i problemi, le vicende oscure della nostra Repubblica, tutti espongono bandiere tricolore, in un impeto di ipocrisia e mediocre spirito nazionalistico. Tutti si sentono italiani e sfoggiano i simboli dell’orgoglio, perfino molti stranieri residenti in Italia.
Ma siamo sicuri che questo spirito nazionalistico sia sincero e profondo.
Non so voi, ma io non ne sono sicuro. Non sento più questo amore, questa scintilla o questo fuoco che arde nel cuore. Ditemi di cosa devo essere orgoglioso. Devo essere orgoglioso di un paese che ha bisogno di istituire un commissario per la corruzione?
Forse devo essere orgoglioso di un governo che si dimentica dei suoi figli migliori sfortunati ed abbandonati in India? Forse devo essere orgoglioso di una classe politica che ci tartassa di tasse, che si fa i cavoli suoi (i più onesti) e che approfitta del loro status per arricchirsi?
A me pare sempre di più una nazione che assomiglia a quelle nazioni africane o sudamericane ove regna il caos politico, l’incertezza ed il malaffare. Preciso che nel titolo, ho parlato di orgoglio sopito, quindi non “morto” e sepolto! Per risvegliarlo ho bisogno di vedere qualcosa che smuova la mia anima, il mio spirito.
Qualcosa che riaccenda quella scintilla di orgoglio, quel fuoco euforizzante che ci fa diventare leoni.
Allora io vado controcorrente.
Siccome in famiglia ce una persona di nazionalità colombiana, mentre tutti i vicini hanno esposto il tricolore, anche io l’ho esposto, ma è il tricolore della Colombia, che sono sicuro, che sportivamente farà una bella figura a questi mondiali.
I mondiali non dovrebbero distrarci dai veri problemi, di questa italietta dei mose e degli expo, tanto per dirne solo due.
Giugno 2014
Valter Stabile

 
Torna ai contenuti | Torna al menu